A MAGAZINE

Uscita annuale: gennaio

Disponibilità: Disponibile

Tasse escluse: 22,00 € Tasse incluse: 22,00 €

* Campi obbligatori

Dettagli

A MAGAZINE

A MAGAZINE è una pubblicazione semestrale che esplora la sfera creativa di un designer selezionato in ogni numero. Invitiamo un curatore ospite, uno stilista internazionale, un gruppo o una casa a sviluppare contenuti innovativi e personalizzati che esprimano i loro valori estetici e culturali. Ogni numero celebra l'etica di questo designer: le loro persone, la loro passione, le loro storie, emozioni, affascinanti, spontaneità e autenticità.
A MAGAZINE è un prodotto di nicchia unico sia a livello concettuale che pubblicitario. Accanto a contenuti puramente artistici, creiamo opportunità ibride promozionali per i collaboratori, consentendo la produzione di contenuti specifici del sito che vanno oltre le comuni restrizioni commerciali.

In questa uscita

Il numero di A Magazine Curated By di Pierpaolo Piccioli contiene una moltitudine di messaggi incentrati sull'esplorazione della città di Roma e delle sue dualità. Definita come un saggio visivo di lunga durata, la rivista si sviluppa da un servizio di nature morte di Joel Meyerowitz ai cahiers des défilés segreti di Pierpaolo, i suoi "libri dell'umore" che sottolineano ogni sfilata di moda e contengono tutto, dalle loro ispirazioni iniziali al risultato finale della moda immagini ed effimere dello spettacolo. Da questo punto di partenza chiave, un portfolio visivo di Charles H. Traub - noto per la sua iconica serie "Lunchtime" per le strade di New York e "Dolce Via" in tutta Italia negli anni '80 - si svolge in capitoli, documentando molti dei luoghi preferiti di Pierpaolo a Roma da Piazza di Spagna a Trastevere al colle Palatino. La serie presenta una moltitudine di personaggi vicini e lontani, tra cui i modelli Leslye Houenou, Hannelore Knuts e Aurora Talarico, la Principessa Nicoletta Odescalchi, l'attrice Alba Rohrwacher, la moglie di Pierpaolo Simona e la figlia Benedetta, e molti altri. I dipinti del Rinascimento italiano e l'opera di Hieronymus Bosch sono sparsi nelle pagine della rivista, contrastando la visione contemporanea di Pierpaolo con le sue ispirazioni classiche, incluso un dipinto di Caravaggio restaurato dallo Studio Merlini Storti Restauri a Palazzo Odescalchi a Roma.
Chiudendo la rivista, una serie di ritratti di 48 pagine fotografata dallo stesso Pierpaolo Piccioli è un omaggio a Franca Sozzani e un omaggio all'iconico servizio fotografico di Steven Meisel Vogue Italia dell'ottobre 1992, in cui Meisel ha catturato una moltitudine di personalità internazionali indossando il suo trapper firma cappello e tenendo la loro carta di nome scritta a mano. Scambiando in bianco e nero per un colore smagliante, e il cappello nero per l'iconico cappello rosa di Philip Treacy per Valentino, Pierpaolo ha scelto a mano un cast di familiari, amici, artigiani Valentino e celebrità internazionali da posare per lui, tra cui Naomi Campbell, Mariacarla Boscono , Edward Enninful di British Vogue, Pat McGrath, Guido Palau e lo stilista della serie originale Joe McKenna. Il suo soggetto di chiusura, l'attrice Frances McDormand, appare sulla copertina della rivista in un mantello di paillettes verde di alta moda. L'effetto panno nero della copertina e la striscia rossa fanno un cenno al cahiers des défilés di Pierpaolo, impresso con un timbro "P.P" come un cenno sottile a Pier Paolo Pasolini.