Alessandra Piller, la stilista che fa parlare le sue mani

Alessandra Piller è una stilista originaria di Sappada, località nel cuore delle splendide Dolomiti, diplomata alla Scuola di Moda dell’Università degli Studi di Urbino.

L’abbiamo incontrata farci raccontare come nascono le sue passioni, la sua idea di artigianato e di creatività.

Parlaci delle tue esperienze e di come nasce questa tua passione?

Il mio percorso professionale si snoda attraverso esperienze varie nel campo della progettazione di moda, come consulente di alcune aziende.

Poi è emersa questa passione, credo influenzata anche dal mio ambiente di crescita tra le montagna delle Dolomiti, è una passione strettamente legata al personale piacere all’utilizzo della materia, al gusto di esprimere la mia manualità per creare, modellare e realizzare oggetti che siano frutto della mia istintiva predisposizione all’uso dei materiali, al loro ri-uso, per dare loro nuova vita, realizzando oggetti unici.

alessandra-piller-stilista

Una delle fasi di lavorazione di Alessandra Piller

La creazione degli oggetti in pelle che realizzo è nata inizialmente un po’ per gioco ed è poi divenuta una vera e propria passione che mi consente di far parlare le mie mani.

Alessandra, come definiresti ciò che fai, artigianato o cosa?

Bella domanda! Se penso come rispondere a questo quesito, visto che ora sto realizzando a mano nel mio laboratorio ogni dettaglio delle mie creazioni, compresi i calchi, e che ognuna di queste è unica, frutto di ispirazione del momento, dovrei risponderti che le mie opere possono essere considerate di artigianato, o magari di artigianato artistico.

Alessandra-piller-borsa

Modello di borsa realizzato da Alessandra Piller

Certo posso dirti che ciò che faccio nasce dalla mia passione per i materiali, per la fusione tra loro di materiali diversi, per la realizzazione di forme e per il riuso di pellami di qualità che verrebbero altrimenti trattati come rifiuti.

Utilizzo questi materiali, pellami ed accessori, per creare oggetti che accompagnino chi li usa nella loro vita quotidiana, che diventino parte di se per lungo tempo, in un mondo dove troppo spesso gli oggetti invecchiano troppo in fretta.

Quanto tempo impieghi per realizzare un prodotto e da dove prendi gli spunti per creare?

Spesso occorre molto tempo per tradurre un’idea in uno degli oggetti che realizzo, la scelta del tipo di pellame, dei tagli, delle cuciture, ogni dettaglio va scelto e testato con cura perché influenza in maniera determinante il risultato finale.

Gli oggetti che realizzo (https://www.facebook.com/AlePillerDesigner) nascono da suggestioni di vario tipo, spesso si tratta di una vera e propria sfida, accontentare l’esigenza di un cliente che si innamora del mio gusto e mi chiede di realizzare un certo oggetto per la prima volta, che sia una borsa porta PC, una sacca porta magnesio per il free climbing, un porta IPAD o un porta Iphone in pelle.

alessandra-piller-porta-pc

Una valigetta porta pc e documenti

Altre volte mi incuriosisce e mi affascina l’idea di creare oggetti di comune utilizzo nelle attività quotidiane, che diventino però oggetti personali e sostituiscano in questo mondo iper tecnologico, accessori utilizzati nella vita quotidiana, privi di calore e personalità.

Alessandra-piller-cintura

Una cintura in pelle totalmente realizzata a mano

Di sicuro non saprei replicare qualcosa che mi viene proposto, né saprei fare due oggetti uguali, neanche a volerlo…..

Quali sono i tuoi programmi per un prossimo futuro?

Se mi guardo indietro penso che quello che è nato come un gioco è divenuta una vera passione, ho creato numerosi pezzi unici che hanno ottenuto positivi riscontri e credo che sia importante continuare in questa attività di ricerca e sviluppo di forme per creare oggetti unici di varia forma e natura, nel mio laboratorio.

Alessangra-piller-designer-di-moda

Uno svuotatasche realizzato dalla stilista bellunese

Tuttavia la mia naturale predisposizione per la trasformazione mi porta a guardare oltre ed un altro mio obiettivo è quello di sviluppare il tema della ricerca dell’abbinamento dei materiali con forme d’arte, finalizzando tale ricerca alla creazione di 0ggetti unici che non siano più solo pezzi di artigianato artistico, ma che diventino oggetti d’arte da possedere, da collezionare, un progetto ambizioso, a cui tengo davvero tantissimo, un’esplosione di idee da tradurre.

A breve pubblicherò qualche anteprima sulla mia pagina FB per tenervi aggiornati. (https://www.facebook.com/AlePillerDesigner)

Lascia una risposta