IUAV e Mede, un incontro tra creatività e strumenti concreti

IUAV e Mede: un incontro avvenuto qualche tempo fa tra creatività e strumenti visivi per l’ispirazione e la progettazione nel settore moda. Ad accoglierci le classi del Laboratorio di modellistica del Professor Anthony Knight che si sono dimostrate un “pubblico” attento e soprattutto curioso di capire la molteplicità delle risorse a loro disposizione in un futuro contesto lavorativo. All’incontro hanno partecipato gli studenti del Corso di laurea triennale in Design della moda e della Magistrale in Arti visive moda, curriculum Moda.

IAUV_MEDE-Materiali_visivi_per_la moda

IUAV e Mede – Materiali Visivi per la Moda

L’incontro si è improntato sulla descrizione di quattro diverse tipologie di materiali: riviste, libri tematici, libri di tendenza, prodotti PANTONE®. Le docenti Alessandra Vaccari ed Elsa Danese hanno saputo ricollegare ogni nostro spunto di analisi al lavoro concreto degli studenti, ripercorrendo poi le modalità di progettazione e di contestualizzazione nelle esigenze pratiche di realizzazione del prodotto finale. E’ sicuramente stata un’esperienza appassionante che ci ha coinvolto in uno scambio istruttivo: sicuramente da ripetere.

Mede_incontra_gli_studenti_dello_IUAV

Mede incontra gli studenti dello IUAV

Queste le nostre impressioni; ma abbiamo pensato di “capire” il punto di vista dello IUAV che ci ha ospitati. Per questo abbiamo di fare alcune domande alla Prof.ssa Alessandra Vaccari, docente di Storia e teoria della moda, che ci ha risposto in modo puntuale e preciso.

  • Quanto contano, a suo avviso, in ambito accademico, approcci didattici più concreti, come questo tipo di appuntamento che gli studenti di IUAV hanno avuto con Mede –Libreria della Moda e del Design?

Nei corsi di laurea in Design della moda e Magistrale in Moda lavoriamo costantemente e a più livelli per offrire agli studenti approcci didattici concreti. Per realizzare questo obiettivo abbiamo progressivamente raccolto intorno alla scuola un corpo docente costituito in parte da studiosi e in parte da professionisti emergenti nel campo del design della moda, cui è affidata la responsabilità dei laboratori progettuali di abbigliamento, accessori e maglieria. Inoltre, offriamo spesso ai nostri studenti incontri, seminari e workshop realizzati grazie a una rete di relazioni e in collaborazione con aziende e realtà esterne, come nel caso dell’incontro realizzato con con Mede – Libreria della Moda e del Design.

  • In questo caso specifico i vostri studenti hanno avuto modo di toccare con mano degli strumenti – nello specifico riviste e libri di tendenza – che saranno fondamentali una volta terminato il loro percorso di studi. Crede che questa esperienza possa rivelarsi uno stimolo ulteriore per il loro futuro?

Durante l’incontro, gli studenti erano davvero affascinanti dall’analisi che Alessandra Fiore e Luca Bagno hanno offerto di questi strumenti e quindi, sì, credo che l’esperienza abbia offerto molti stimoli. Gli studenti hanno potuto conoscere strumenti che avranno in futuro la possibilità di utilizzare in contesti professionali.

Mede_incontra_gli_studenti_dello_IUAV

Mede- Libreria della moda e del design allo IUAV

Ma la cosa che più mi ha incuriosita, è che durante l’incontro molti studenti abbiamo prestato attenzione ai libri di tendenza non solo nell’ottica dei contenuti espressi, ma soprattutto dal punto di vista nella loro materialità e aspetto grafico. Va detto che i nostri studenti sono in genere molto interessati dalla materialità del libro, una sensibilità che deriva loro dall’approccio didattico della scuola e dalla familiarità allo sketchbook come strumento di progettazione. Gli studenti hanno fatto domande concrete sugli strumenti per l’analisi delle tendenze e chiesto un’infinità di dettagli su come funzionano gli studi professionali in cui avviene la loro progettazione. Da questo punto di vista l’incontro con Mede è stato per loro certamente una rivelazione.

  • A seguito di incontri come questi, che tipo di feedback avete dai vostri studenti?

Le risposte sono sempre molto diversificate. I più apprezzati sono gli incontri che permettono agli studenti di riflettere sul loro futuro e che li aiutano a mettere a fuoco la loro professionalità.

IUAV-MEDE

Gli studenti IUAV durante l’incontro Materiali Visivi per la Moda

Quando i feedback degli studenti sono particolarmente positivi si cerca di ripetere l’incontro o, meglio, di svilupparlo in forma di seminario o workshop progettuale. Sarebbe interessante fare questa esperienza anche nel caso di Mede.

  • In che misura è importante per l’Università IUAV dare un imprinting formativo proattivo?

I nostri corsi di laurea in Moda nascono all’interno dell’Università Iuav di Venezia, che è un ateneo specializzato nella formazione in ambito progettuale. Tale formazione si esprime nel dialogo continuo tra immaginazione, conoscenza e capacità di fare. Nel nostro caso avere un approccio proattivo vuole dire formare persone che sappiano mettersi in discussione, affrontare in modo creativo i problemi e generare nuove idee.

Tutti noi di Mede ringraziamo l’Università IUAV di Venezia e la grandissima disponibilità e cordialità di Alessandra Vaccari, per averci dedicato il suo tempo!

Lascia una risposta